Arrivano i mostri

black lagoon

Qualche tempo fa scrivevo sul supplemento letterario di un quotidiano locale e i più temibili, tremendi, patetici, testardi, irriducibili mitomani della provincia mi assediavano da mattina a sera. Volevano, anzi, esigevano che recensissi con entusiasmo i loro libri di merda stampati a muzzo e dai contenuti ridicoli. Alle volte mi prendevano per stanchezza, per sfinimento. Per levarmeli di torno scrivevo allora una segnalazione dei libri meno brutti, quelli meno vomitevoli, cioè, sperando di non avere più a che fare con simili, loschi figuri.
E per questo mi sono guadagnato la dannazione eterna e finirò all’inferno mentre quei fetenti e i loro libri di merda sono ancora in giro per la provincia di Siracusa a infestare le librerie con le loro pretese da “grandi autori”, a ingolfare la Rete con i loro post sgrammaticati, ad autopubblicare le loro raccolte di vomiti e spurghi in forma di prosa e poesia, a darsi arie da critico, scienziato o giornalista dal basso del loro infimo, grottesco curriculum, a foraggiare senza ritegno né ripensamento gli editori a pagamento.
Se è vero che ogni giorno ha la sua pena, dalle mie parti ogni giorno ha il suo reading.

Annunci

6 thoughts on “Arrivano i mostri

  1. ma sai…tentar non nuoce. il tuo articolo mi rimanda in parallelo ai finti fini e ai finti nobili aristocratici di oggi. ormai sono dovunque, anche nella tazza del wc e dall´alto della loro supponenza ti guardano con sguardo trucido. insomma solo per diri che ormai siamo invasi dai finti…tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...